“In genere l’autocoscienza è ”implicita” piuttosto che esplicita. È percepita in modo nebuloso e distorto perché si confonde con i contenuti della coscienza e ne è come offuscata.”

Roberto Assagioli

dal libro “L’atto di volontà“, ed. Astrolabio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.