“La sofferenza e la malattia diventano condizione privilegiata per perseguire il senso dell’esistenza al punto che l’homo patients, il sofferente, è superiore all’homo faber perchè ha l’occasione di risvegliare la sua coscienza a ciò che è essenziale e quindi di rendere la sua vita profondamente gravida di significato, degna di essere vissuta.”

Viktor Frankl


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.